Bignè salati con carpaccio di funghi

 
Posted by Picasa
Ingredienti: 

per il carpaccio di funghi
250 g. di funghi Champignon
1 limone
1 cucchiaio di aceto bianco
1/2 bicchiere di olio extravergine d'oliva
sale

per i bignè (30 circa)
 280 g. di latte intero
170 g. di burro morbido
180 g. di farina 00
5 uova medie intere
100 g. di grana grattugiato
100 g. di prosciutto cotto in un'unica fetta

1 sac a poche
1 bocchetta a stella grande

Procedimento
Pulite i funghi eliminando l'estremità inferiore che contiene la terra, lavateli delicatamente sotto l'acqua corrente, asciugateli, affettateli con un'apposita mandolina e distribuiteli in una terrina. In un bicchiere mettete l'olio, il succo del limone, il sale ed emulsionate fino a che vedrete cambiare il colore da trasparente a opaco intenso; versatelo sui funghi, coprite con pellicola per alimenti e mettete a macerare in frigorifero per tre ore. Nel frattempo preparate i bignè mettendo a bollire sul fuoco il latte col burro morbido a pezzi che dovrà risultate completamente sciolto al momento che comincerà l'ebollizione; a questo punto versate la farina, che avrete precedentemente setacciata, tutta in un colpo e mescolate per bene fino a che il composto non si staccherà dalle pareti del tegame. Fate raffreddare (io l'ho versato sul marmo e aiutandomi con un tarocco, con movimenti rotatori e schiacciandolo contro il marmo stesso l'ho raffreddato più velocemente). A questo punto unite le uova, uno per volta aspettando che si sia assorbito il precedente prima di inserire il successivo; terminata questa operazione unite il grana grattugiato, il prosciutto cotto tagliato a cubetti e amalgamate (il composto deve risultare stabile non deve cadere con facilità dal cucchiaio, se dovesse risultare ancora troppo morbido aggiungete un altro uovo). Mettete in un sac a poche con bocchetta a stella grande (solo se volete ottenere l'effetto rigato come ho fatto io) e su una placca foderata con carta da forno, formate dei ciuffetti, distanziandoli uno dall'altro, e cuocete a forno preriscaldato ventilato a 220° per i primi 10 minuti e completate abbassando la temperatura a 180° per altri 10 minuti circa. Aprite lo sportello del forno leggermente e lasciate raffreddare in questo modo. Trascorso il tempo necessario al raffreddamento, tagliate i bignè a metà e farciteli col carpaccio di funghi, decorate con qualche altro fungo, una grattugiata di grana, qualche fetta di limone, un filo d'olio e servite.

Bignè salati con carpaccio di funghi


Bignè salati con carpaccio di funghi1


Bignè salati con carpaccio di funghi2

Consigli
Per rendere ancora più gustosi i funghi, dopo che avranno macerato per bene potete spolverizzarli con una grattugiata di grana che richiami il gusto del bignè; inoltre il carpaccio di funghi può essere consumato come un normale contorno, magari da affiancare a una bella bistecca, aggiungendo della rucola fresca e sopra, una grattugiata di parmigiano a scaglie.

Posted by Picasa

Commenti

  1. un'idea carinissima la tua!
    Decisamente gustosa e simpatica, ottima!
    Complimenti!!!!
    Alla prossima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Antonella :-) Vieni a trovarmi anche sul mio nuovo blog, su Alice Tv, ti aspetto. Ciao.

      blog.alice.tv/nonsolodelizie/

      Elimina
  2. Mamma che bontà!!
    Bravissima!!
    Un abbraccio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite Carmen. Vieni anche tu a trovarmi nel mio nuovo blog su Alice Tv, dimmi che ne pensi. Ti aspetto, ciao.

      blog.alice.tv/nonsolodelizie/

      Elimina
  3. Meravigliosa ricetta.......buonissima, perfetta e molto originale..grazie anche per questa bellissima idea e per tutte le bellissime ricette che posti:)
    un bacione!!!
    Rosy
    ps: ieri ho preparato i tuoi spaghetti alla napoletana..veramente eccezionali..per farli ho utilizzato il pomodorino ciliegino coltivato qui nella zona del ragusano (dolcissimo e maturo), il basilico non trattato regalatomi da una vicina..e un'ottima pasta trafilata al bronzo..che dire..è venuto un piatto buonissimo..grazie anche al procedimento da te utilizzato (scolare gli spaghetti ancora al dente e proseguire la cottura in padella con tutto il condimento..).
    Grazie per questa bellissima ricetta!!!

    RispondiElimina
  4. Grazie Rosy e buon giorno. Sono così contenta che hai fatto la mia pasta alla napoletana etra l'altro, hai usato i nostri pomodorini che sono ancora più buoni, anch'io quando li trovo uso quelli di Pachino; poi con la pasta trafilata in bronzo ovviamente è il massimo, non esiste pasta più buona! Per quanto riguarda la cottura della pasta, io faccio sempre mantecare così ogni pasta, in quanto rilasciando il suo amido rende qualsiasi condimento, anche il più semplice, cremoso e saporito; prova anche con l'aglio, olio e peperoncino e prezzemolo e vedrai come cambia, io la faccio sempre così. Prova e farmi sapere.

    RispondiElimina
  5. Hai ragione Paola, i pomodorini coltivati qui nella zona del ragusano (ciliegino..ma anche Piccadilly e datterino) sono davvero favolosi..dolcissimi, buonissimi...inoltre vi è una produzione talmente grande che li trovi spesso anche a prezzi irrisori....
    sono convinta che la base di un ottimo piatto di pasta al pomodoro sia proprio la qualità, la bontà e la dolcezza dello stesso....insieme a una pasta trafilata al bronzo...
    il sistema di mantecare la pasta con il condimento lo utilizzavo anch'io ma la differenza è che io mantecavo per pochi secondi (il tempo di amalgamarsi i sapori) mentre la tua ricetta prevede il completamento della cottura in padella con il condimento, e il che è ancora meglio!!:)
    Proverò anche la versione aglio, olio, peperoncino e prezzemolo..poi ti farò sapere!!! Grazie mille e un bacione!!!
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Rosy sono contenta di averti dato un consiglio utile <3

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari