Nastrine



Ingredienti:

per la pasta
500 gr. di farina 400w (farina molto forte, io ho usato quella per pane della Coop, è ottima per i grandi lievitati)
80 gr. di latte intero fresco
150 gr. di Lievito Madre (nella ricetta originale 15 gr. di lievito di birra)
1 uovo intero
6 cucchiai di fecola di patate
12 cucchiai di acqua
70 gr. di zucchero semolato
15 gr. di miele
8 gr. di Rhum
190 gr. di burro morbido
10 gr. di sale
la scorza di un limone grattugiata
i semi di 1/2 baccello di vaniglia

per la finitura
100 gr. di burro morbido
100 gr. di zucchero a velo vanigliato
5 gr. di Rhum
i semi di 1/2 bacca di vaniglia
q.b. di zucchero semolato per la superficie


Procedimento
Nella planetaria, col gancio, mettere la farina, lo zucchero, il lievito, il miele e il latte e cominciare ad impastare a velocità 1,5; quando l'impasto si sarà formato risultando liscio, unite l'uovo, la fecola, l'acqua e fate impastare fino ad avere un composto molto elastico, liscio e bene incordato. A questo punto cominciate ad unire il burro morbido in piccole quantità e di volta in volta attendete che sia bene incorporato prima di unire il successivo; continuate fino ad aggiungerlo tutto e insieme all'ultimo unire anche il sale e gli aromi. Togliete l'impasto dal cestello della planetaria,  dategli due o tre pieghe per dare forza al lievito madre, avvolgetelo nella pellicola alimentare e mettetelo in frigorifero per farlo raffreddare per bene, almeno un paio d'ore. Trascorso il tempo di raffreddamento, preparate la crema al burro, mettendo in planetaria a montare con la frusta, Il burro con lo zucchero a velo, il rhum e i semi della vaniglia fino ad ottenere una crema bianca, morbida e spumosa. Togliete L'impasto dal frigorifero, stendetelo quadrato di 50 cm. per lato con uno spessore di 2,5 cm., tagliatelo in 4 parti uguali, spalmate la superficie  di 3 parti con la crema al burro, sovrapponetele una all'altra lasciando per ultima quella senza crema quindi rimettete in frigorifero per un'ora circa per fare rapprendere la crema. Riprendete il composto, stendetelo e tagliatelo in strisce di 2x4 cm., ruotate le due metà in senso opposto come a formare una farfalla, passate la superficie superiore nello zucchero semolato, mettete nelle teglie rivestite con carta da forno e cuocete a 180° a forno ventilato preriscaldato (io ho usato il programma per pasticceria) per circa 20 minuti, fino a fare dorare la superficie (provate sempre ad inserire lo stecchino di legno, che deve uscire asciutto, per controllare la cottura che può variare in funzione del proprio forno). 
Consiglio: potete utilizzarle come merendina per vostri figli per la scuola; si presta bene anche come dessert di accompagnamento ad una tazza di the o di cioccolata calda o ancora per la prima colazione al posto dei classici croissant.

 

Post più popolari