Pollo croccante alla birra con patate al forno


Oggi vi propongo un secondo semplice e gustoso, una rivisitazione del solito pollo al forno. Quante volte vi sarà capitato di cucinarle e al momento di mangiarle, sentirle internamente un poco stoppose? 
Il motivo fondamentale che può esserne la causa, è il tempo di cottura magari troppo prolungato, oppure il volere ottenere una maggiore croccantezza esterna e quindi internamente la perdita dei liquidi rende la carne più asciutta.
Ma io ho trovato la soluzione per ovviare a questo problema e oggi ve la voglio descrivere. Il risultato? Un ottima coscia di pollo croccante fuori e morbida e succulenta all'interno. Vediamo come.
Nella cottura delle carni al forno, è importante mantenere un certo grado di umidità interna che mantenga sempre costante la presenza di liquidi che vadano a sostituire quelli che si perdono durante la cottura stessa per effetto dell'evaporazione.
Per questo motivo e anche per dare una caratterizzazione più particolare arricchendo maggiormente il gusto stesso del pollo, io ho utilizzato un prodotto di eccellenza che ho avuto il piacere di testare personalmente, la Birra Flea, una birra artigianale che affonda le sue radici addirittura nei prodotti del territorio all'epoca del Medioevo, e in particolare dell'Imperatore del Sacro Romano Impero e Re di Sicilia Federico II.
Per la ricetta di oggi ho utilizzato la Federico II  perché particolarmente indicata per accompagnare le carni bianche.




Ingredienti: per 4 persone

4 cosce di pollo con sovracoscia
75 ml. di birra chiara
qualche chiodo di garofano
erbe aromatiche in polvere
olio extravergine di oliva
peperoncino
1 mazzetto di rosmarino fresco
sale
qualche foglia di salvia fresca
semi di finocchio
zenzero in polvere

per il contorno
1,5 kg. di patate a pasta gialla  

Procedimento
Lavate, asciugate e fiammeggiate la superficie del pollo per eliminare gli eventuali residui di piumaggio. Massaggiate la carne con il sale e le erbe aromatiche in polvere, sistemate le cosce in una teglia dai bordi alti, leggermente unta con olio extravergine di oliva, spolverizzate col peperoncino e lo zenzero, aggiungete i chiodi di garofano, i semi di finocchio, le foglie di salvia, spezzate a mano per ridurre l'ossidazione dovuta la coltello, unite il rosmarino e irrorate con la birra; lasciate marinare per almeno 4 ore.
Per il contorno, pelate le patate, lavatele, tagliatele a cubetti grandi e mettetele a bagno per eliminare una parte dell'amido e non farle annerire;
toglietele dall'acqua solo al momento che le dovrete cuocere per evitare che si anneriscano; asciugatele per bene con un canovaccio, mettetele in una teglia, aggiungete il sale, il pepe, le erbe aromatiche, il rosmarino abbondante e cuocete contemporaneamente al pollo, che metterete in forno insieme alla birra e alle erbe nel quale lo avete fatto macerare.

Cuocete a forno preriscaldato ventilato a 220° per 45 minuti circa (i tempi di cottura dipendono dal forno che si utilizza, se necessario allungateli), rigirando le cosce di pollo di tanto in tanto.










Grazie alla presenza della birra e del programma ventilato, all'interno del forno si creerà il vapore necessario per farlo cuocere senza però farlo asciugare troppo, quindi avrete un pollo bello croccante, caratteristica necessaria per una buona cottura al forno, ma le carni al suo interno si manterranno morbide senza perdere i liquidi propri e conservando tutte le sostanze importanti che contengono. Il risultato sarà eccellente e ne guadagnerà anche dal punto di visto organolettico.

Consigli
Lo stesso procedimento della marinatura nella birra può essere utilizzato per cuocere il pollo intero, facendolo marinare per molte ore; la carne subirà una sorta di pre-cottura, quindi sarà più morbida e la parte del petto, che di solito risulta molto stopposo, sarà sicuramente più succoso.



Commenti

Post più popolari

Seguici su