Parmigiana di melanzane al forno con caciocavallo e prosciutto cotto


La parmigiana di melanzane è un piatto tipico della tradizione siciliana. Esistono tante varianti della stessa ricetta, a secondo della città a cui si fa riferimento. A Palermo, la più diffusa è quella che viete preparata friggendo le melanzane, preparando a parte il profumatissimo sugo al basilico e poi viene assemblata a strati, il tutto a freddo, senza successiva cottura in forno, distribuendo tra uno strato e l'altro di melanzane e sugo, del basilico fresco e un'abbondante spolverizzata di parmigiano, e la cui ricetta la potete trovare qui. Quella che invece vi propongo oggi, è la versione più ricca e saporita, la versione da forno, una vera prelibatezza, un godimento vero e proprio per il nostro palato.




foto 2013-10-27 20-08-13 A

Ingredienti :
2 melanzane tonde viola
300 g. di caciocavallo ragusano (oppure silano o altro simile)
300 g. di prosciutto cotto a fette sottili
4 uova sode
1 litro di passata di pomodoro
basilico fresco
1 spicchio d'aglio
sale
parmigiano in scaglie
olio extravergine di oliva

Procedimento
Lavate le melanzane, asciugatele, eliminate un striscia di buccia per tutta la lunghezza, tagliatele a fette di 5 mm. di spessore e friggetele in abbondante olio. Fatele sgocciolare e poi tamponatele con carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso. Preparate intanto il sugo mettendo a soffriggere l'aglio, privato dell'anima interna, in un filo d'olio, aggiungete la passata, qualche foglia di basilico, il sale e fate cuocere a fiamma minima fino ad ottenere un sugo denso; togliete dal fiuoco e tenete da parte. Fate cuocere le uova, devono essere perfettamente sode, fatele raffreddare totalmente, sgusciatele e affettatele, così pure il caciocavallo. In una pirofila da forno, mettete un poco di sugo sul fondo e adagiate un primo strato di melanzane, uno di fette di prosciutto, qualche fettina di uovo sodo e di caciocavallo, coprite con un altro strato di melanzane, con dell'altro sugo e delle foglie di basilico spezzato con le mani; ripetete questo procedimento per tutti gli strati fino al completamento. Cuocete a forno preriscaldato ventilato a 180° per 30 minuti circa.

 collage 1

Consigli
Preparate la parmigiana di melanzane con largo anticipo, almeno 3 ore prima, per dar modo alla pietanza di raffreddarsi e insaporirsi per bene, prima di essere consumata. Se mangiata calda, non si riesce a gustarne a pieno la sua bontà.

foto 2013-10-27 20-08-20 a

Commenti

  1. Cara Paola, volevo farti sapere che oggi pomeriggio ho preparato la tua confettura di uva bianca..avevo a disposizione uva bianca siciliana locale (tipo Italia) dolcissima e matura (i chicchi belli gialli) e ho deciso di provare la tua confettura, che avevo adocchiato già da un pò contando di provarla finchè ancora vi era uva a disposizione.....
    prima di consumarla attendo almeno 20 giorni o un mese, in modo che possa riposare bene..ma mentre la preparavo l'ho assaggiata: il sapore mi è piaciuto tantissimo..devi sapere che io vado matta per l'uva...e una confettura di questo tipo non l'avevo mai assaggiata:)
    essendo l'uva davvero dolcissima ho diminuito lo zucchero di 20 gr.( a me è piaciuta tantissimo anche così..ma essendo l'uva molto dolce forse avrei potuto forse diminuire ancora un altro pò. lo zucchero..).inoltre l'ho tenuta sul fuoco 10 minuti in più dei 30 indicati in quanto era ancora liquida (facendo la prova piattino)..il sapore è comunque buonissimo e non vedo l'ora di assaggiarla spalmata sul pane o sulle fette biscottate una volta riposata:)) Grazie mille per questa bellissima ricetta:)
    complimenti inoltre per la parmigiana, troppo invitante e goduriosissima....sicuramente buonissima.....per caciocavallo ragusano è meglio il primo sale (cioè quello fresco ) o il semistagionato? Io vedo molto bene il primo...
    grazie anche per questa bellissima ricetta!!!
    un bacione e buna settimana
    Rosy

    RispondiElimina
  2. cara Rosy, sono felice di sapere che hai fatto la mia confettura e che, come avevo premesso, è buonissima. Le dosi e i tempi sono sempre indicativi, quindi hai fatto benissimo a modificarli secondo le tue esigenze, è giustissimo farlo ;) Per quanto riguarda la parmigiana, sì meglio il caciocavallo fresco, o al massimo semostagionato, altrimenti diventa troppo saporita. Gustatela e poi mi fai sapere. Ciao cara, alla prossima ricetta. Un bacio.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari

Seguici su