Cuccia con Crema di Ricotta

Oggi, Giorno di Santa Lucia, voglio proporvi una ricetta che fa parte delle tradizioni e della cultura siciliana, la Cuccia. Si narra che, a causa di una tremenda carestia, il grano non fosse sufficiente a sfamare l'intera popolazione e fu così che la Santa, nominata poi per questo, protettrice della vista, offrì i suoi occhi in cambio del grano necessario a sfamare tutti i concittadini. Per questo motivo, il 13 dicembre, giorno che ricorre Santa Lucia, i siciliani ed in particolare i palermitani, molto devoti alla Santa, per l'intera giornata non consumano pane e pasta e tutti i derivati dal frumento macinato. Io seguo questa tradizione da quando ero una bambina, e oggi la insegno ai miei figli, i quali rispettano tutte le tradizioni della mia terra e mi seguono molto volentieri, così come mio marito che, pur non essendo palermitano, ha accettato e fatto sue le mie tradizioni. Ed è a loro che voglio dedicare questa ricetta, con tutto il mio amore!!!
 Ingredienti:
500g. di ricotta di pecora freschissima
300g.di zucchero semolato
1 barattolo di grano cotto ( quello che si usa per la Pastiera)
50g. di burro (o strutto)
1 bicchiere di latte
50g. di cedro candito a cubetti
100g. di gocce di cioccolato fondente
cannella in polvere q.b.

Procedimento
 In un tegame, sciogliere il burro, aggiungere il grano e farlo sciogliere bene. Unire il latte e far cuocere a fiamma media, continuando a mescolare, per 10 minuti circa, fino ad ottenere una vera e propria crema. A questo punto preparare la crema di ricotta, mettendo lo zucchero in una ciotola capiente, aggiungendo la ricotta iniziando a lavorarla a mano con una forchetta e poi continuando a lavorarla con le fruste elettriche per renderla più liscia. Unire la cannella, il cedro candito, le gocce di cioccolato e mescolare il tutto. Versare, all'interno della crema di ricotta, la crema col grano precedentemente preparata, ed amalgamare bene il tutto. Servire in ciotole decorando con un poco di pistacchio in polvere.

 
Posted by Picasa

Commenti

  1. Interessante la ricetta e bella la leggenda

    RispondiElimina
  2. Non conoscevo nè la leggenda nè la tradizione, della serie "anche i prof hanno sempre qualcosa da imparare" :-) La crema mi ricorda il ripieno della pastiera napoletana e mi sembra a dir poco deliziosa. Ciao, Paola! Un abbraccio affettuoso :-)

    RispondiElimina
  3. Grazie a tutte voi! La ricetta, posso assicurarvi che è molto golosa ed è anche molto facile e veloce da eseguire. Per quel che riguarda la preparazione della crema col grano, si , è come quella che si fa per la pastiera; per la verità, la ricetta originale prevede che si faccia col grano che viene messo a bagno la sera prima e poi cotto col latte lentamente, ma visti i nostri tempi ristretti ed il risultato finale equivalente, ho pensato di apportare questa modifica, utilizzando il grano già cotto per Pastiera, (penso che mia nonna si rivolterà nella tomba, ma io penso che bisogna saper anche progredire pur mantenendo le nostre tradizioni!!!). A presto.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari

Seguici su