Crocchè di patate e mortadella


Oggi vi propongo una ricetta sfiziosa e molto semplice da preparare che fa parte di ciò che a Palermo viene definito street food, cibo di strada; non ha una collocazione ben definita, viene mangiato a qualsiasi ora del giorno, di solito in mezzo al pane, oppure nel tradizionale "cuppitieddu", il sacchetto ricavato da carta paglia arrotolata su se stessa a formare un cono. Stiamo parlando delle crocchè o più comunemente dette "cazzilli" in dialetto palermitano. Sono le classiche crocchette ricavate da un impasto a base di patate bollite schiacciate, condite semplicemente con sale, pepe, uovo e prezzemolo fresco tritato, impastate, fatte a forma cilindrica leggermente a punta nelle estremità e fritte in abbondante olio bollente, che gli conferisce quella crosticina croccante e saporita. Io ve le propongo in una versione arricchita da grana e pecorino grattugiati, noce moscata e mortadella.





IMG_7185c

Ingredienti:
2,5 kg. di patate a pasta gialla bollite
sale
pepe
noce moscata
1 uovo
50 g. di grana
50 g. di pecorino
6 fette di mortadella

Procedimento
Pelate e schiacciate le patate, aggiungete il sale, il pepe, la noce moscata, il grane e il pecorino grattugiati, l'uovo e impastate bene il tutto fino ad ottenere un composto liscio e bene amalgamato; tagliate le fette di mortadella a striscioline e poi a pezzetti, quindi unite questi ultimi al composto e mischiate il tutto in modo omogeneo (se preferite, invece delle fette di mortadella, potete optare per una fetta unica doppia tagliata a cubetti). A questo punto, bagnatevi leggermente le mani con acqua, per facilitare l'operazione che segue, quindi dividete il composto ottenuto in tante palline tutte uguali di circa 4 cm. di diametro, e con ciascuna di esse formate un cilindro affusolato e leggermente assottigliato alle estremità. Friggetele in abbondante olio, molto caldo, per fare si che si crei subito la crosticina croccante e dorata caratteristica; una buona  crocchè deve risultare croccante e asciutta fuori e morbidissima dentro. Fate sgocciolare l'olio in eccesso e servite ben calde su un piatto con sotto della carta assorbente o paglia.

collage1

collage2

IMG_7181e

Consigli
La corretta scelta della qualità della patata è fondamentale per la riuscita di questa ricetta, deve essere assolutamente una patata asciutta e ricca di amido, altrimenti rischiate che le crocchè si disgreghino in cottura. Per la farcitura potete anche sostituire la mortadella con del salame a cubetti tipo napoli o milano e potete anche aggiungere dei pezzetti di provola affumicata che filerà dopo la frittura. Vi consiglio anche di provare la versione semplice tradizionale, le vere crocchè di patate palermitane, che ho descritto nell'introduzione di questo articolo, sono veramente buone.

IMG_7195d

IMG_7183f

Post più popolari