Confettura d'uva bianca



L'uva è un frutto molto importante per il nostro benessere. E' ricca di zuccheri semplici naturali, direttamente assimilabili dal nostro organismo, di sali minerali e di vitamine; ha proprietà antiossidanti e quindi è particolarmente indicata per coloro che soffrono di disturbi legati alla circolazione, è perfettamente digeribile e ha anche effetto diuretico e leggermente lassativo quindi è importante per le funzionalità del nostro intestino. Vista la premessa, e visto che ormai possiamo dire che siamo al termine della stagione più ricca di questo delizioso frutto, ho pensato bene di farne una scorta per l'inverno, sotto forma di confettura, da tenere in dispenza, pronta per l'uso in qualsiasi momento.







foto 2013-09-23 17-15-33 b


Ingredienti:
1,5 kg. di uva già privata dei semi
300 g. di zucchero semolato
3 cucchiai di succo di limone

Procedimento
Lavate gli acini d'uva e privateli dei semi, metteteli in una pentola capiente e fateli cuocere a fiamma media per 25 minuti. Togliete dal fuoco e frullateli riducendoli in polpa di frutta, aggiungete il limone, lo zucchero e rimettete sul fuoco. Fate cuocere a fiamma media, girando continuamente con un cucchiaio di legno, per evitare che si attacchi sul fondo, per altri 30 minuti circa, (vi consiglio di fare la prova piattino e cioè mettete una piccola quantità di confettura su un piattino, inclinatelo e fatela scendere; se scende con difficoltà vuol dire che la confettura è pronta, altrimenti fatela cuocere ancora per qualche minuto, quindi rifate la prova); col raffreddamento, la confettura aumenterà la sua consistenza. Versate la confettura ancora tiepida nei barattoli sterilizzati, battendo di tanto in tanto il barattolo da sotto per evitare che si formino bolle d'aria, dannose per la corretta conservazione del prodotto, arrivate fino al punto in cui nel barattolo inizia la scanalatura per l'avvitamento e non oltre, pulite bene i bordi, chiudete ermeticamente, capovolgete il barattolo e fate raffreddare in questa posizione. Tenete la confettura al buio in dispensa.


collage 1


collage 2


collage 3


Consigli
La confettura d'uva, oltre che per l'uso più comune, cioè per essere consumata a colazione su una buona fetta di pane tostato o per merenda, o magari come farcitura per una bella crostata, è particolarmente indicata per accompagnare i formaggi.

Post più popolari