Crackers con Farina di Kamut e Riso Soffiato


 
Posted by Picasa

Il Kamut è un grano che nasce dall'incrocio tra il grano comune e il grano Khorasan proveniente dall'Iran; fa parte delle colture biologiche, contiene molto glutine ed ha un alto valore proteico e per queste sue caratteristiche viene utilizzato soprattutto nella produzione di pasta e prodotti da forno. Questa ricetta di oggi nasce da un esperimento  per far consumare ai miei figli prodotti sani ma allo stesso tempo sfiziosi e necessari per un'alimentazione sana ed equilibrata,  uno spuntino tra un pasto e l'altro senza appesantirsi.

Ingredienti:
280 gr. di Farina di Kamut
120 gr di Crackers al riso soffiato sbriciolati
10 gr. di rosmarino
70 gr. di olio extravergine d'oliva
100 gr. di vino bianco secco
40 gr. di acqua
8 gr. di sale (circa un cucchiaino da the colmo)
q.b. di pepe macinato fresco

Procedimento
Nella ciotola della planetaria, setacciare la farina di Kamut per arieggiarle (foto 1), aggiungere i crackers al riso soffiato (foto 2) sbriciolati finemente (se volete potete sostituire i crackers direttamente col riso soffiato  aumentate però la quantità di farina di 120gr., io avevo da consumare i crackers che mio figlio aveva sbriciolato rendendoli immangiabili), l'olio, il vino e l'acqua (foto 3), il sale, il pepe e il rosmarino tritato al momento per evitare che si ossidi (foto 4 e 5), inserire il gancio (foto 6) ed impastare, inizialmente a velocità minima e poi aumentandola a 2, fino ad ottenere un composto compatto e molto elastico (foto 7). Far riposare l'impasto per 30 minuti circa, quindi spolverizzare la spianatoia con la farina e stenderlo sottilissimo, circa 1 mm. di spessore (foto 8, 9 e 10) aiutandosi con un mattarello. Una volta steso, metterlo in una teglia foderata con carta da forno e con una rotella dentellata tagliare tante strisce orizzontali e verticali dandogli così la forma dei crackers (foto 11 e 12). Cuocere in forno ventilato preriscaldato a 180° per circa 8 minuti fino a che risultino appena dorati. una volta cotti, dove sono stati tagliati si staccheranno con facilità (foto 13 e 14).
Far raffreddare del tutto i crackers a temperatura ambiente perché diventino croccanti e friabili, quindi conservarli in una busta (foto 15) chiusa per bene per evitare che prendendo aria perdano la loro fragranza. 

 
Posted by Picasa

Consiglio: Volendo potete utilizzare solo la farina di Kamut o la Farina tipo 0 ed aggiungere le olive verdi e nere a pezzetti, io li ho provati anche così e ve li consiglio, sono buonissimi e possono essere utilizzati insieme all'aperitivo (foto qui sotto)

 

Post più popolari